CHIAMATI ALL’INTERCESSIONE

(Kenneth Copeland)

Beati quelli che piangono, perché saranno consolati.
(Matteo 5: 4.)

Sapete di cosa parlava veramente Gesù quando pronunciò quelle parole?

Stava parlando della lotta nell’intercessore.

Stava insegnando il conforto che viene all’intercessore quando è assicurato dallo Spirito Santo che ha pregato attraverso qualcuno .

Pregare significa “abbattere le barriere che hanno fermato l’opera di Dio nella vita degli altri”.

Significa usare la tua armatura spirituale per respingere le forze dell’oscurità che li circondano.

C’è un disperato bisogno di credenti che siano disposti a farlo oggi.

C’è bisogno di intercessori che andranno davanti a Dio e raggiungeranno la Sua misericordia e compassione per il peccatore, per i malati e per questo mondo abbattuto.

Occorrono guerrieri della preghiera che rimarranno con essa finché non avranno la certezza dentro, nello spirito, che ogni barriera è stata rotta e ogni area di schiavitù è stata abolita.

Dio sta cercando intercessori in questo modo, e ci sono certe cose che non succederanno su questa terra finché non le troverà.

Ci sono benedizioni e mosse di Dio che non arriveranno fino a quando qualcuno non partorirà quelle cose con la preghiera.

Perfino il Signore Gesù stesso fu introdotto sulla terra per intercessione.

Ricordi Simeone e Anna?
Erano entrambi intercessori, guerrieri della preghiera di Dio. Avevano trascorso anni in lotta spirituale, pregando che il Messia venisse.

Ma quando ebbero finito, sperimentarono il conforto dello Spirito Santo.

Perché quando videro Gesù come un bambino minuscolo nel tempio, lo riconobbero e si rallegrarono.

Se ti stai chiedendo se sei uno di quelli che sono stati chiamati all’intercessione, allora probabilmente lo sei.

Dio sta chiamando i credenti di tutto il mondo a sperimentare quel tipo unico di lotta e conforto che solo l’intercessore conosce. Ti sta chiamando a dare la tua vita per gli altri attraverso la preghiera.

Da qualche parte nel mondo, qualcuno ha bisogno della tua
Preghiera .

Passa un po ‘di tempo in ginocchio oggi.

Studio delle Scritture:
Luca 2: 1-38

(Tradotto e sistematizzato dal Pastore Mario Gozzi )

-Edizione www.Radiofedeitalia.it-